Gli studenti del Liceo Epifanio Ferdinando di Mesagne classe IV C:  Capodieci Gabriele, Conte Valentina, De Virgiliis Jole, Mandurino Andrea, Montanaro Clarissa, Nitti Francesco, Zaurito Anna Paola hanno allestito il Museo della Birra a Brindisi.

Museo della Birra Brindisi

Seguendo un percorso di alternanza scuola-lavoro, gli studenti sono stati impegnati nella ricerca storica documentata da pannelli illustrativi che hanno realizzato  curandone anche la grafica, il del logo del museo e delle birre artigianali disponibili in degustazione.

Hanno inoltre realizzato il sito del museo, www.museodellabirra.com e curano le pagine di comunicazione tramite i social network.

Tutti i pannelli sono stati anche tradotti in inglese e supervisionati dai prof.  Calo’ Sabrina e Fino Maria. Inoltre gli studenti hanno implementato le audioguide in italiano e inglese utilizzando l’innovativo QR code, che permette ai visitatori di ascoltare le tutte le informazioni durante il percorso all’interno del  museo semplicemente inquadrando il codice con il  proprio cellulare.

Il Museo della Birra è un progetto patrocinato dal Comune di Brindisi in collaborazione con il dirigente scolastico Aldo Guglielmi. Tutte le attività sono state coordinate dal docente tutor Angelo Gagliani. 

Situato presso il lungomare brindisino, su viale Regina Margherita, il museo offre a tutti la possibilità di conoscere la storia della birra. Boccali del primo novecento, trionfo dello stile liberty, coronano quella che è la suggestiva atmosfera templare dell’edificio. Il Museo è ubicato dentro la Casa del Turista, costruita nel 1067, e offre a tutti i degustatori la possibilità di compiere uno straordinario tuffo nel passato, passando attraverso quello che è stato lo Jugendstil tedesco ammirando i boccali in ceramica di artisti come Charlotte Krause,  Paul Wynand, Wilhelm Menningen e Bjorn Wiinblad delle rinnomate case Rosenthal, Merkelbach, Villeroy e Boch..

Il museo è stato inaugurato mercoledì 21 giugno.

Articolo BrindisiReport

 


Pubblicata il 06 luglio 2017